meditazione
del novilunio
in ACQUARIO


 

di Chicca Morone


Continuiamo questo viaggio nel mondo dei simboli astrologici per far emergere da noi l’antica conoscenza, quella a cui inconsciamente ci rivolgiamo per decodificare le nostre idee, i nostri sogni, le nostre paure, le nostre azioni.

* * * * * * * *


Ci troviamo nella nostra casa in campagna, una vecchia cascina che nostro padre ha ristrutturato quando noi eravamo piccole per poter trascorrere le vacanze insieme ai nonni, gli zii, i cugini e gli amici che venivano a trovarci.

Le camere da letto sono state ricavate dal fienile, mentre il salone e la cucina tengono tutto il piano terreno.

I ricordi dell’infanzia sono ancora vivi perché da allora poco è cambiato: le nuove poltrone che hanno sostituito le vecchie intorno al camino sono molto simili e sedendo sul divano la sensazione è ancora quella di un tempo.

Decidiamo di andare a visitare i luoghi in cui giocavamo durante le vacanze di Natale, quando non andando a scuola, potevamo trascorrere le giornate in totale libertà.

Nel giardino di fronte c’è un grande gazebo in ferro battuto coperto di neve su cui si arrampica una sofora: andiamo a sederci sul sedile in pietra e improvvisamente ci troviamo in una tenda in pieno deserto.

Sentiamo la sabbia pungere la tela del nostro riparo e il caldo che ha incominciato ad avvolgerci ci rende particolarmente rilassate.

La curiosità ci spinge ad uscire dalla tenda: ci appare uno spettacolo incredibile, un susseguirsi di dune di un caldo color ocra che sembra non finire mai.

La sensazione di essere un tutt’uno con la terra mai come in questo momento si fa sentire.

Ci sediamo per terra e proviamo a rilassare i muscoli del nostro corpo.

Le mani sono appoggiate sulla sabbia vicino ai fianchi e le spalle sono erette come se attraverso la colonna vertebrale passasse un filo d’argento che dal centro della terra risale attraverso di noi per perdersi nell’infinito.

Una nenia strana giunge alle nostre orecchie: sono i vecchi canti delle donne Thuareg che accompagnano gli sposi alle nozze.

Dall’alto vediamo scendere una grande spirale bianca che piano piano ci circonda e incomincia a ruotare intorno a noi sempre più velocemente.

Chiudiamo gli occhi e percepiamo le diverse colorazione della nuvola energetica che ci sta avvolgendo: dal magenta al viola, all’indaco, al blu cobalto,al turchese, al verde, al giallo, al rosso per diventare nuovamente magenta quando entra sotto la terra.

Sentiamo vivificarsi i nostri organi attraverso lo spettro prismatico e senza rendercene conto iniziamo a cantare le parole per noi prive di senso che stiamo ascoltando.

Aprendo gli occhi ci rendiamo conto che un’immagine di noi stesse si è formata davanti a noi come in uno specchio e che l’altra noi è circondata dalla stessa nuvola colorata.

Vediamo venire avanti questa immagine e la sentiamo entrare dentro di noi.

Stiamo ricompattando il nostro essere: le immagini si sovrappongono le une alle altre per formare un’unica realtà tridimensionale in cui vedere ciò che succede non più da un’ottica limitata.

Tra noi due la terza istanza, il movimento che c’è stato, ci ha rese perfettamente conscie del nostro esistere al di là della pura realtà visibile e toccabile con i sensi.

I colori sfumano poco a poco, ma le vibrazioni che hanno attraversato il nostro corpo sono rimaste ben nitide e percepibili dentro di noi.

Una sensazione di allegria ci pervade e ci sdraiamo rotolandoci sulla sabbia come se fossimo bambine: il tepore della terra ci appartiene, come il tepore dei nostri sentimenti appartiene alla terra.

Ringraziamo la Madre per la possibilità che ci ha dato di viverci così intensamente e rientriamo sotto la tenda che ritorna ad essere gazebo, per sederci sulla panchina di pietra.

Ci alziamo sentendo nelle gambe nuova energia e senza perder tempo rientriamo nella cascina al caldo del caminetto.

Sappiamo oramai che in qualsiasi momento vogliamo potremo ritornare alla sensazione di tepore e di completezza provate attraverso questa meditazione.

 







© 2010 Chicca Morone - Qualsiasi riproduzione è vietata.
Immagine tratta da http://www.astrosurf.com/cosmoweb/costellazioni/acquario.html






Contatore Sito
Bpath Contatore

 
info &
CREDITI